Nepal

Le mie giornate nepalesi sono state memorabili!
Sono arrivato a Kathmandu proprio pochi giorni prima della festa di Tihar, una delle più sacre del Nepal, il terzo giorno della quale coincide col capodanno Newari. Sono rimasto impressionato da quanti orfani vivano nelle piazze di Kathmandu nell'assoluta indifferenza della popolazione locale e dei turisti occidentali. Dimenticati da tutti, considerati da nessuno. Pur nella ristrettezza del mio piccolo budget da studente sono però riuscito ad organizzare per loro una piccola sorpresa. La sera del  primo giorno del nuovo anno Newari ho invitato ad una piccola cena il gruppo di orfani che vive in Durbar Square, facendo preparare per loro dei dolcetti a forma di colomba (nei giorni di Tihar é tradizione  che ai bambini vengano regalati dei dolcetti) e donando loro alcuni petardi. Quest'ultimi, in particolar modo, hanno suscitato il loro entusiasmo.
Preparando questo piccolo evento ho stretto una grande amicizia con un ragazzo nepalese. Mi ha presentato alla sua famiglia nel giorno più sacro della festa di Tihar, ed ora, dopo una lunga ma splendida cerimonia hindu, mi ritrovo con una nuova famiglia nepalese: 3 fratelli ed una sorella.

Il Nepal, pur molto povero, sembra comunque molto più sviluppato del Tibet.
Ho valicato il confine nepalese a Kodari, provenendo dalla cittadina tibetana di Zhangmu; Kathmandu costituiva la mèta finale del mio viaggio in bicicletta. Dopo un lungo periodo nella capitale ho ripreso il cammino verso Pokhara, adagiata sulle tranquille sponde di un lago montano. Ho poi proseguito verso Lumbini, il luogo natale del Buddha, ed infine ho varcato le porte dell'India: destinazione Varanasi.

La mappa sottostante riporta, a grandi linee, il percorso di viaggio. 

 

Mappa Nepal

 

QUI SOTTO TROVATE L'ELENCO DEGLI APPUNTI DI VIAGGIO RIGUARDANTI IL NEPAL. SELEZIONATELI PER VISUALIZZARLI.

Visualizza n. 
Titolo Autore
Zanghmu–Kathmandu report (1/11-2/11) (in bicicletta) Scritto da andrea